Strategie bancarie statunitensi

Alcuni analisti statunitensi stanno facendo il punto sulla situazione bancaria negli stati Uniti. La previsione che fanno è che le grandi banche, poco alla volta ingloberanno tutte le banche piccole. Si tratta di circa 6.000 banche, quelle fungono da finanziatori locali nei piccoli centri e comunità, che presto dovranno cedere il passo, visto che vengono ridotte sistematicamente e minate enfaticamente.  Ebbene, esse rappresentano il 92% di tutte le banche e hanno il 30% di tutte le filiali. Ma rappresentano solo il 11,5% di tutte le attività bancarie.

young business woman making online payment with credit card and representing concept of new age in banking and plastic money; Shutterstock ID 47804359; PO: aol; Job: production; Client: drone

young business woman making online payment with credit card and representing concept of new age in banking and plastic money; Shutterstock ID 47804359; PO: aol; Job: production; Client: drone

Le grandi banche fanno ombra alle banche che lavorano nelle comunità, principalmente elargendo finanziamenti e prestitialle piccole piccole imprese, quelle stesse imprese chesono anche ritenute a più alto rischio per i prestiti agli imprenditori locali e le donne. Questi sono quegli stessi imprenditori che dopotutto creano la maggior parte dei posti di lavoro in America. Si può essere sorpresi di apprendere che le carte di credito sono ormai il principale strumento di finanziamento utilizzato dalle imprese di piccole dimensioni.

Nel corso degli ultimi 20 anni, la percentuale degli attivi bancari, rappresentate da finanziamenti per immobili commerciali è passata dal 30% a poco più del 53%, secondo l’American Bankers Association. La cosa interessante è che le banche locali, alle prese con i loro prestiti immobiliari commerciali, una volta erano in grado di competere con le grandi banche, ma non per molto. Adesso sembrano essere alle corde, proprio dove le grandi banche le vogliono.

Adesso, c’è de facto una moratoria sulle carte di credito. Non ci sono stati dei nuovi statuti bancari emessi negli ultimi tre anni. Non ci sono nuove banche, non perché i regolatori abbiano paura che possano allungare le mani su tutte le banche del paese. La ragione per cui non ci sono nuove banche è che siamo in quella parte del piano strategico delle banche, in cui la nuova concorrenza non possa essere creata.

Allora, come mai la Bank of America sembra essere finita nei guai? La Bank of America ha acquistato la Countrywide nel 2008 e non è stato un buon affare per loro, ed ora è la causa di un sacco di guai. Ora la  Bank of America , insieme con 17 altre istituzioni finanziarie, è stata citata in giudizio dalla Federal Housing Finance Agency, per rispondere dei problemi causati dalla Fannie Mae e dalla Freddie Mac. Il regolatore di governo, vorrebbe far sborsare i soldi per i prestiti originati dalla Countrywide. La Federal Housing Finance Agency vuole davvero che la Bank of America riacquisti molti di questi mutui, ed hanno intentato causa per questo motivo.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
20€ gratis coupon CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Luca M.

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo