L’età dell’adeguamento energetico prevista per gli Stati Uniti

riserve_mondiali_di_petrolio

Il 13 novembre tre quotidiani a diffusione nazionale della East Coast statunitense hanno pubblicizzato la notizia del rilascio del rapporto dell’Agenzia Internazionale per l’Energia (AIE). Il Washington Post in prima pagina si esprime così: “Gli Stati Uniti diventeranno il primo produttore al mondo di petrolio entro cinque anni, un esportatore netto intorno al 2030 e raggiungeranno la quasi autosufficienza energetica entro il 2035.”

L’incipit del comunicato stampa dell’AIE recita: “la mappa globale dell’energia sta cambiando in modo drammatico, l’Agenzia Internazionale per l’Energia lo diceva nell’edizione 2012 del World Energy Outlook (WEO). La pubblicazione di punta dell’Agenzia, presentata oggi a Londra, comunica che cambiano le aspettative circa il ruolo dei paesi, delle regioni e dei combustibili nel sistema energetico globale nel corso dei prossimi decenni. Il direttore esecutivo dell’AIE, Maria van der Hoeven, sostiene che il Nord America sia in prima linea nella trasformazione radicale della produzione del petrolio e del gas che interesserà tutte le regioni del mondo, ma esiste la possibilità anche di una trasformazione simile in termini di efficienza energetica globale. Quest’anno il World Energy Outlook mostra che entro il 2035, risparmieremo un quinto della domanda globale di energia del 2010. In altre parole, l’efficienza energetica è importante tanto quanto l’approvvigionamento energetico senza costrizione ed un maggiore impegno per l’efficienza può servire come politica energetica unificante che porta molteplici vantaggi”.

Partendo da questo comunicato stampa, tre quotidiani degli Stati Uniti scrivono che “il WEO ritiene che la straordinaria crescita dell’estrazione del petrolio e del gas naturale negli Stati Uniti porterà ad un cambiamento di rotta dei flussi energetici globali”. Il Washington Post inserisce un breve pezzo su una pagina interna, nel New York Times la “relazione prevede che gli Stati Uniti diventino il primo produttore di petrolio in pochi anni” apparve sopra la prima pagina della sezione business. E sul Wall Street Journal la notizia domina la parte superiore della prima pagina. Il WSJ apre con il passaggio “potrebbe trasformare non solo le forniture di energia, ma anche la politica e la diplomazia degli Stati Uniti” e con “dimostra come sia cambierà il secondo mandato del presidente Barack Obama sulla politica energetica”.

Il WSJ ha discusso le prospettive di nuove opportunità di business negli Stati Uniti e per le variazioni degli impegni militari statunitensi causati dai cambiamenti energetici previsti. E ‘citato libro Kevin, amministratore delegato di Clearview Energy Partners LLC: “L’intera politica energetica degli Stati Uniti è stato di circa scarsità, deriva dal 1970 shock di offerta Ora, abbiamo una diversa realtà, l’età di adeguatezza energia.».

Migliori Piattaforme di Trading Online

eToro Deposito: 200 $
Licenza: CySEC / FCA / ASIC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
Markets.com Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
24Option Deposito: 100 €
Licenza: CySEC
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
ITRADER Deposito: $250
Licenza: CySEC, MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
XTB Deposito: 100 €
Licenza: KNF (licenza polacca)
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio
DUKASCOPY EUROPE Deposito: 100 €
Licenza: FCMC - MiFID
APRI UN CONTO GRATUITO
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

IQ Option Deposito: 10 $
Licenza: CySEC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio
BDSwiss Deposito: 100 $
Licenza: CySEC - LLC - FSC
Profitto:
FAI TRADING
Il tuo capitale è a rischio

* Your capital is at risk (CFD service)

Luca M.

Lascia un commento

Lascia un Commento

Avviso di rischio: Il trading CFD comporta un sostanziale rischio di perdita. Una percentuale di investitori tra il 65% e 89% perde il proprio denaro durante il trading CFD.Your capital might be at risk

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com