Obama e l’energia

Obama-Hand-to-Ear
Negli Stati Uniti si è parlato molto dei piani energetici degli Stati Uniti per i prossimi anni. Sono anche aumentate la produzione di petrolio e le perforazioni per il gas shale. I gruppi ambientalisti hanno espresso la loro preoccupazione per il rischio delle falde acquifere, per via dell’impiego del fracking, una tecnologia che utilizza l’acqua in pressione per rompere le rocce, per accedere a maggiori quantità di petrolio e di gas naturale.

Nel frattempo, dopo l’uragano Sandy e gli altri eventi meteorologici che gli USA hanno vissuto, sono resuscitate tutte le  paure sul riscaldamento globale, l’amministrazione sta ascoltando nuovi inviti a presentare una carbon tax, concepito per stimolare energie alternative facendo petrolio, gas e carbone più costoso. L’idea ha guadagnato trazione anche tra gli economisti repubblicani, e uno dei principali think tank conservatore, l’American Enterprise Institute, sta discutendo la questione Martedì. Ma repubblicani della Camera sono riluttanti ad aumentare le tasse.

Eppure il presidente Obama è riuscito anche a fare felici gli attivisti ambientali, bloccando l’oleodotto Keystone XL, che dal Canada attraversa gli Stati Uniti centrale, esprimendo preoccupazione per i rischi corsi da un’importante falda acquifera in Nebraska, lungo il percorso del metanodotto.

Obama deve anche decidere quanto velocemente gli USA devono passare al gas naturale, impiegato al posto del carbone per la generazione di energia elettrica. A seguito di una sentenza 2007 della Corte Suprema, l’Environmental Protection Agency sta lavorando a pancia a terra  per completare le nuove norme sulle emissioni in atmosfera per le nuove centrali. I nuovi limiti alle emissioni gassose in atmosfera, che l’EPA vorrebbe imporre, potrebbero essere così strette da rendere proibitivo l’uso delle nuove centrali a carbone.

Obama ha sostenuto, nella campagna politica che lo ha riportato alla Casa Bianca, riguardo ai piani energetici, che supporta il carbone, il petrolio, il gas e la generazione di energia pulita dalle fonti rinnovabili. Molti commentatori discutono della svolta ambientalista di  Barack Obama. Nel bilancio per il 2013, oltre a proporre più fondi per le rinnovabili e per la sicurezza energetica delle condotte petrolifere, la Casa Bianca ha rinnovato l’appello a porre fine ai sussidi al settore petrolifero e gasiero.

l bilancio per l’anno fiscale 2013 propone di 27,2 miliardi dollari per il Department of Energy, con un  aumento del 3,2% rispetto a quel che il Congresso ha approvato l’anno scorso. Lo stanziamento comprende anche 2,3 miliardi di dollari per la ricerca e losviluppo dell’efficienza energetica, per i veicoli avanzati e per i biocarburanti.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni Fibo Group
20€ gratis coupon CySEC Conto demo
Opinioni eToro
Broker Bonus Licenza Fai Trading
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC - LLC - FSC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Luca M.

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo