Investire nei mercati emergenti conviene ?

In questa guida ci occuperemo di trattare delle opportunità legate agli investimenti con i mercati emergenti. In sostanza analizzeremo i possibili casi, se conviene o meno investire oggi con questi mercati o se invece è preferibile investire in altri settori.

mercati-emergenti

Investire nei mercati emergenti: prospettive rischi e opportunità

Anche se può sembrare una scelta conveniente, non sempre investire nei mercati emergenti sembra essere la soluzione migliore. Se da un lato ci sono buone opportunità di guadagno, dall’altro vi sono anche i rischi legati all’insolvenza. Di seguito quindi analizzeremo vantaggi e svantaggi legati a questi mercati, non tralasciando per altro i rischi ad esso connesso.

La prima domanda che un trader si deve porre quando vuole investire in questo settore è: quali sono i mercati emergenti? Ma sopratutto, i mercati emergenti, offrono delle buone opportunità di guadagno?

Sono tutte domande a cui cercheremo di dare una spiegazione e una risposta in modo preciso e coinciso, visto e considerato che in tanti se le pongono al fine di capire se convenga o meno investire in in questo nuovo mercato.

Conviene investire oggi nei paesi emergenti? Previsioni

Analizzando la storia dei mercati emergenti, possiamo dire che l’investimento con titoli legati a questi stati è stato per diverso tempo uno dei migliori in assoluto. Se si considera la prima decade del nuovo millennio, abbiamo potuto vedere come si è assistito ad una crescita economica nettamente al di sopra di quella dei paesi sviluppati. Un boom dei prezzi delle materie prime ed una forza lavoro senza precedenti.

Purtroppo non sempre le storie hanno un lieto fine. Negli ultimi anni, le cose sono radicalmente cambiate. La volatilità ed il rischio di insolvenza di questi stati è tornata a salire.

Uno dei motivi principali è l’attese inerente ad una stretta monetaria negli Stati Uniti, molto più forte di quella che si era prevista e di conseguenza si è assistito ad un costante calo delle quotazioni delle commodity.

Ovviamente questo non rappresenta che uno dei motivi per cui i mercati emergenti sono traballanti, anche se tutto sommato sono ancora oggi una buona opportunità di investimento, ma non tutti. riconoscerli per evitare eventuali perdite è molto importante.

In questo caso è sempre meglio affidarsi a degli esperti del settore che sanno consigliarci al meglio sul tipo di investimento da fare e su quale titolo di stato puntare o nel caso se è meglio dirottare i nostri capitali su altri tipi di investimento.

Mercati emergenti 2016: fattori che influenzano la crescita

Oggi, la maggior parte dei money manager non ha voltato le spalle a questi mercati. Anzi al contrario, sta continuando facendo registrare sempre un aumento degli investimenti. L’unica cosa che possiamo segnalare è che questo settore ha subito una variazione di investimento, basandosi su una selezione molto accurata, attraverso anche la valutazione di una serie di variabili di natura economica, finanziaria e geopolitica.

Alcuni paesi purtroppo hanno iniziato a soffrire molto. Questo ha provocato una pensate svalutazione monetaria e il crollo del valore delle borse locali.

Vediamo quindi quali sono i principali mercati emergenti e per quale ragione sono così interessanti agli occhi dei trader. Ecco alcune informazioni che potrebbero esservi utili e vi aiuteranno a capire meglio i mercati emergenti.

Mercati emergenti e paesi emergenti: cosa sono?

Per capire se conviene o meno investire con i mercati emergenti, dobbiamo chiarire che questi sono i mercati  legati ai paesi emergenti.

Per dare una definizione di mercato emergente, dobbiamo considerare che questi sono mercati in forte espansione, legati a economie mondiali poco sviluppate e che hanno grandi potenzialità di crescita e di sviluppo. Detta così sembrerebbe da veri ipocriti non investire su di essi, ma vi sono delle cose che è meglio sapere prima.

Il mercato emergente fa riferimento ad un paese in via di sviluppo. Un paese che ha delle grandi opportunità di crescita in un periodo breve. Per fare un esempio, l’India o il Brasile, sono considerate come economie in via di sviluppo, dopo per altro diversi anni di passati ad inseguire i paesi più sviluppati. Oggi stanno cercando di emergere e lo stanno facendo con tutte le loro forze.

I fattori di crescita che determinano il momento florido per il mercato è legato anche al rafforzamento della valuta. Questo è un elemento molto importante, considerando che gli investitori esteri sono molto attratti da questo. Quindi è un fattore che non deve essere per nulla trascurato.

Mercati emergenti: quali sono per il 2017?

In sostanza, definiamo come mercati emergenti, tutti i mercati che riportano le caratteristiche sopra descritte. Quindi possono essere considerati tali, tutti i paesi appartenenti all’America Latina, l’India ma anche le Filippine. 

Al momento però non ci è dato sapere con certezza quali sono e quindi non possiamo stilare una vera e propria lista dei Paesi che sono considerati tali.

I fattori che influiscono sulla crescita di un Paese sono diversi e sono legati maggiormente a strategie geopolitiche di carattere non solo nazionale ma anche internazionale. Queste possono portare anche ad una drastica caduta delle quotazioni e a seri rischi per il proprio portafoglio azionario. Per far un esempio, la Turchia e la sua moneta, sono considerate da tempo come uno dei mercati emergenti su cui investire.

I mercati emergenti sono però legati anche ad un tasso di rischio molto alto. Ogni minimo cambiamento comporta delle variazioni pesanti sul mercato interno ed internazionale. Nel caso si vuole investire con questi mercati ci si deve rendere conto di questo e si deve avere cura di diversificare il proprio portafoglio in modo esemplare. Consigliamo quindi di rischiare enormi capitale in uno stesso Paese e sopratutto di diversificare il proprio investimento.

Mercati emergenti e prospettive di crescita : perché sono interessanti?

Infine, bisogna anche tener conto di alcuni fondamentali fattori macroeconomici. Di questi ne sono pieni tutti i paesi emergenti. Tra quelli maggiormente influenzanti e che riteniamo di dover tenere sotto stretta osservazione vi è il tasso di sviluppo economico che mediamente è molto più alto di quello dei paesi occidentali. A questo si aggiungono anche le finanze pubbliche che non devono presentare particolari criticità, se non una eccessiva esposizione sul fronte dell’indebitamento privato.

Molti esperti ritengono che chi accetta di investire con i mercati emergenti lo fa con un’ottica di medio-lungo periodo, soprattutto considera le quotazioni che devono diventare a buon mercato in una fase di debolezza.

per investire, si deve considerare anche che la volatilità può essere elevata anche nei momenti di tranquillità, poiché causata da dei bassi rating creditizi e delle svalutazioni valutarie.

Investire con questi mercati equivale ad investire su mercati che oggi rappresentano il 40% dell’economia mondiale, che possiedono un trend di crescita del PIL che è destinato ad aumentare ancora da qui al 2020.

Secondo quanto affermato dai money manager investire in questi settori è molto conveniente, ma solo se si presta attenzione. Investire su questa asset class equivale ad investire solo una piccola parte del proprio capitale, e non deve compromettere il rischio complessivo di portafoglio.

Infine possiamo dire che uno dei mercati molto appetibili del momento è l’Asia, il Messico, la Cina  e l’India, mentre sembrano poco propensi all’investimento su paesi come il Brasile, il Sudafrica e la Russia.

Trading su titoli di stato dei paesi emergenti

Infine, per tutti i tuoi investimenti segnaliamo la possibilità di fare trading con Titoli di Stato dei paesi emergenti. Per questo tipo di investimento consigliamo di utilizzare solo broker regolamentati ed autorizzati da organi sovranazionali, li unici che possono darvi la fiducia e la garanzia di un investimento nei limiti del rispetto delle regolamentazioni.

Il nostro ultimo consiglio è di scegliere un broker di quelli di seguito riportati ed aprire un conto per iniziare a fare trading sui titoli di stato dei paesi emergenti. Maggiori approfondimenti sono sempre reperibili consultando la sezione formazione dei broker o direttamente tramite il servizio di assistenza clienti.

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito Licenza CySEC - CONSOB Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC -CONOSB Conto demo
Opinioni 24Option
20€ gratis coupon Licenza CySEC - CONSOB - BaFin Conto demo
Opinioni eToro
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
20$ bonus Cash senza deposito Licenza CySEC - CONSOB - ASIC Conto demo
Opinioni XTrade
Conto demo gratuito Licenza FCA-CySEC-ASIC Conto demo
Opinioni Plus500
Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
10.000 $ CySEC - CONSOB Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC Conto demo
Opinioni BDSwiss
Conto demo CySEC - CONSOB Conto demo
Opinioni FaceOption

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Termini di ricerca:

  • i paesi emergenti dove conviene investire
  • paesi emergenti da investire
  • mercati finanziari nei paesi emergenti
  • su quali paesi emergenti investire
BlogFinanza.com

BlogFinanza.com