Banche italiane? Ok ai requisiti SREP 2019

✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26 — Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝carta MASTERCARD, per accreditare lo stipendio o fare bonifici in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>
✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝carta MASTERCARD, per accreditare lo stipendio o fare bonifici in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>

Sono quasi tutte le grandi banche italiane, da Unicredit a UBI Banca a festeggiare poichè superano gli esami della Vigilanza BCE (SREP 2019). Piazza Affari vola!

La Vigilanza della Banca Centrale Europea ha fissato la soglia minima del CET 1 ratio per le grandi banche italiane. Ricordiamo che il CET 1 (acronimo di Common Equity Tier 1 ratio) è il coefficiente patrimoniale che viene utilizzato al fine di valutare la solidità di una banca. Questo viene ottenuto dividendo il Tier 1 per le attività di bilancio ponderate per il rischio (Risk-Weighted Assets o RWA).

La borsa di Milano

La borsa di Milano

La decisione finale della BCE è arrivata a seguito di una comunicazione a margine del processo annuale di revisione e valutazione prudenziale, il Supervisory Review and Evaluation Process (SREP).

Nel dettaglio riportiamo i livelli chiave di capitale che sono stati individuati dalla Vigilanza BCE per i principali istituti di credito italiani. Essi sono:

  • Unicredit 10,07%, (12,13% a fine dicembre);
  • Banco BPM 9,25%, (12,1% a fine maggio);
  • Ubi Banca 9,25% (11,3% precedente).

Borsa di Milano con il segno positivo trainata dal settore bancario

La risposta è più che positiva sul mercato di borsa. Infatti al notizia non si è fatta attendere. I titoli del settore bancario interessati hanno aperto la seduta nella maggior parte dei casi con il segno positivo. Sono i titoli di banca a trainare al rialzo il principale indice di Piazza Affari.

Per Unicredit ad esempio si registra un +2,11% a 10,45 euro. A seguito dei risultati Srep 2019 Equita Sim si conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 16,8 euro sull’istituto.

Inoltre il colosso bancario Unicredit può anche contare su un buffer di 200 punti base. Questo lo si deve al CET1 del 12,13% di Dicembre. La conferma del P2R (Pillar 2, ndr) è in linea con le aspettative, visto anche le buone performance della banca nello stress test; ha giovato di molto anche la diversificazione geografica e il continuo sforzo nella riduzione delle esposizioni non performanti.

Guadagni da sogno anche per Banco Bpm, in rialzo di oltre il +6,6% a 1,84 euro.

La banca ha reso noto lo Srep 2019, che prevede una inattesa riduzione di 25 punti base nel P2R a 225 basis point: si tratta dell’unica banca in Italia ad aver ricevuto una riduzione del requisito company specific, visto che in tutti gli altri casi la Bce ha chiesto un aumento o confermato i livelli 2018.

Secondo quanto riportato da Equita Sim il notevole sforzo di accelerazione nel processo di derisking del bilancio effettuato a fine anno con il progetto Ace (-7,3 mld euro di Npl), ancorché non incorporato formalmente nel processo Srep che si è concluso a inizio dicembre.

La casa d’affari milanese conferma la raccomandazione buy sul titolo, con target price a 3 euro.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
Investous
  • Segnali di trading
  • Conto demo da 100.000€ virtuali
Segnali di trading e conto demo da 100.000€ virtuali Prova Gratis Investous opinioni
ETFinance
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova Gratis ETFinance opinioni
IG
  • Licenze: CONSOB, BaFin
  • Conto CFD, Barrier&Options, Turbo24
  • No deposito minimo
Con IG puoi fare trading sui primi certificati turbo al mondo H24 Prova Gratis IG opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Lascia un Commento

Termini di ricerca:

  • borsa italiana indici
  • borsa milano indici
  • indice borsa milano
BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

Avviso di rischio - I CFD presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Il 74-89% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD.

 

Scopri la semplicità della piattaforma
WEBTRADER di Investous!

 

Inizia a fare trading con un conto demo gratuito da 100.000$

Ora puoi fare trading sui CFD e nel forex con spread competitivi una leva fino a 1:400*