Investire in obbligazioni, conviene?

In questa guida ci occuperemo di trattare degli investimenti in obbligazioni, dei loro rendimenti e dei metodi alternativi a cui possiamo accedere, ma sopratutto se conviene investire in obbligazioni e se possiamo considerare tali investimenti degli ottimi investimenti o meno.

Grazie agli investimenti in borsa oggi, oggi è possibile scegliere tra diverse alternative di investimenti finanziari, comprese azioni e obbligazioni, oppure si può scegliere di investire in borsa con il trading online. Dipende tutto da voi e dalla vostra propensione all’investimento. Purtroppo districarsi in settori finanziari in modo semplice e veloce non è facile sopratutto quando si vuole investire in obbligazioni sicure e se conviene investire in obbligazioni bancarie o se invece conviene investire in obbligazioni postali. 

investire-in-obbligazioni

Investire in obbligazioni sicure: come scegliere le migliori?

Premesso e compreso il tipo di investimento  obbligazionario che ogni trader vuole fare, sulla base anche di quello che è il rendimento ed il rischio a cui si è disposti, possiamo esaminare più da vicino le obbligazioni migliori su cui investire e sopratutto come stare lontani dalle truffe che molte banche vogliono rifilarci consigliandoci di investire in una determinata obbligazione piuttosto che su di un altra.

Purtroppo vi possiamo dire sin da subito che non è facile, ma non è neanche difficile e per comprendere il perchè vi consigliamo di continuare a leggere il seguente post.

Per comprendere come e quali obbligazioni scegliere, si devono tenere presente:

  • i prezzi di quotazione delle obbligazioni, ovvero il prezzo al quale è quotato il solo capitale;
  • il prezzo inclusivo degli interessi maturati nel periodo considerato.

Bisogna poi anche considerare il valore sintetico al fine di scegliere tra un titolo a reddito fisso rispetto ad altri ed il rendimento effettivo netto a scadenza (Tres). Questo viene definito come il tasso a regime di interesse composto, il quale eguaglia il prezzo di un titolo a tasso fisso rapportato al:

  • valore attuale, ovvero al valore di oggi;
  • flusso di cassa, ovvero cedole e rimborso del capitale a scadenza.

Investire in obbligazioni: come calcolare il rendimento

Per il calcolo del rendimento obbligazionario, possiamo utilizzare la seguente formula:

rendimento obbligazioni

Secondo questa formula, possiamo ricavarne che il rendimento effettivo a scadenza tiene conto:

  • delle cedole da incassare;
  • del prezzo di rimborso (VR) del titolo stesso.

Attenzione perchè non necessario che prendiate carta e penna per calcolare il rendimento effettivo delle obbligazioni che vi interessano in quanto il rendimento è pubblicato direttamente sulla stampa specializzata oppure basta richiederlo all’intermediario di fiducia.

Come stimare il rendimento delle attività?

Il metodo di stima atteso dei rendimenti, non è facile, perché ogni metodo ha pro e contro sui quali non possiamo dilungarci ma possiamo partire invece dalla stima del rendimento futuro, ovvero dalla differenza nei rendimenti medi storici di lunghissimo termine delle singole tipologie di obbligazioni rispetto ai rendimenti privi di rischio.

Investire in obbligazioni e calcolo del rischio

Esaminato il calcolo del rendimento di un titolo a reddito fisso, passiamo ad esaminare il rischio legato agli investimenti obbligazionari. Per fare questo però dobbiamo introdurre un altro elemento importante la volatilità di un titolo obbligazionario. Con questo termine, definiamo la sensibilità del suo prezzo al variare dei tassi di mercato.

In altri termini, possiamo intenderlo come il valore assoluto della variazione percentuale nel prezzo del titolo ad una data variazione del rendimento effettivo netto a scadenza, imputabile alle variazioni dei tassi di interesse.

La volatilità di un titolo obbligazionario dipende da 2 fattori:

  • tempo: secondo cui, maggiore è la durata e maggiore sarà la volatilità;
  • cedole: più alte e frequenti sono meno volatile sarà il titolo.

La sensibilità del valore di un’obbligazione viene misurata come variazioni dei tassi d’interesse, dove la durata di un titolo indica la sua durata finanziaria residua e può anche non coincidere con la sua effettiva vita residua.

Per durata di un titolo, si intende il numero di anni entro cui il possessore del titolo obbligazionario rientra in possesso del capitale inizialmente investito, considerando anche le cedole. Solitamente ad una durata maggiore corrisponde un rischio finanziario maggiore del titolo. Questo vuol dire che ad un movimento dei tassi si accompagna sempre un movimento del prezzo del titolo, che sarà tanto più brusco quanto più alta è la durata del titolo stesso.

Investire in obbligazioni zero coupon

Di fondamentale importanza quando si considerano questi tipi di investimento sono i titoli zero coupon i quali posseggono una durata pari alla loro vita residua, in quanto il capitale viene rimborsato tutto e solo alla scadenza. A differenza invece per i titoli con cedola, il valore attuale del titolo deriva dal flusso di interessi e di conseguenza la durata del titolo con cedole sarà sempre inferiore alla scadenza. Attenzione anche al fatto che il rendimento a scadenza dei titoli a cedola variabile non può essere calcolata in quanto non sono conosciuti i flussi di cassa generati nel futuro dalle cedole di questi titoli.

Cosa considerare quando si sceglie di investire in obbligazioni?

Nel momento in cui ci troveremo nelle condizioni di dover valutare le obbligazioni prima di sceglierle, dobbiamo considerare il rendimento effettivo netto a scadenza e la durata modificata del titolo. Il rendimento effettivo indicherà il ritorno annuo a scadenza dell’investimento; la durata deve tenere presente le variazioni di prezzo del titolo in funzione dei tassi di interesse.

perché-investire-in-obbligazioni

Investire in obbligazioni diversificando il portafoglio

Quando scegliamo di investire in obbligazioni, bisogna tenere presente alcuni fattori principali che determinano il rendimento e il rischio obbligazionario. Tra questi ricordiamo.

  • liquidità del titolo;
  • rischio di insolvenza dell’emittente,
  • tempo alla scadenza, ovvero durata.

Più un titolo è liquido, maggiore sarà la possibilità di convertirlo in moneta senza significative concessioni di prezzo. Attenzione perchè in questo caso gli investitori, i trader che non si possono considerare come dei trader professionisti, o degli investitori informati, dovrebbero acquistare titoli non quotati. Questo perché non esiste un prezzo trasparente e rilevabile. Nel caso di vendita, invece, si potrebbe incorrere nel rischio di non trovare una controparte che sia disposta ad acquistare e a pagare il prezzo richiesto.

Diversificazione delle obbligazioni

investire-in-obbligazioni-sicure

Per quanto invece concerne il rischio legato all’emittente, sono in tanti che si chiedono se conviene:

  • investire in obbligazioni svizzere
  • investire in obbligazioni corporate
  • investire in obbligazioni estere
  • investire in obbligazioni bei
  • investire in obbligazioni bancarie
  • investire in obbligazioni postali, ecc.

A tal proposito possiamo classificare i titoli obbligazionari in:

  • obbligazioni governative derivanti dalle economie sviluppate;
  • obbligazioni governative derivante dai paesi emergenti;
  • obbligazioni emesse dalle aziende che hanno un utile ed un bilancio stabile (Corporate Bond con rating investment grade)
  • obbligazioni emesse da aziende con bilanci che non possono essere considerati brillanti (Corporate High Yield Bond con basso rating);
  • obbligazioni indicizzate all’inflazione, (inflation linked bond);
  • obbligazioni convertibili.

Da considerare anche che:

  • il rating è un metodo utilizzato dalle agenzie specializzate per classificare l’affidabilità degli emittenti governativi e corporate, che si basa sulla rischiosità e che riguarda i dati di bilancio attuali e le prospettive di crescita.
  • il rischio emittente del portafoglio non dovrebbe superare il 2-3%. Inoltre consigliamo di non acquistare solo titoli appartenenti ad una società ma di diversificare il proprio portafoglio obbligazionario,evitando i titoli di singole società o paesi emergenti poiché il rischio rischio emittente è alto. Consigliamo in questo caso meglio di diversificare il proprio portfolio in base a strumenti gestiti sul risparmio come ETF, Fondi di investimento, ecc.

rendimento azioni-volatilità

Sulla base di quanto fin qui detto, possiamo valutare i nostri investimenti in obbligazioni in base al rating. Questo è un metodo importante al fine di valutare anche il rischio di default ovvero di fallimento, anche se troppo spesso le agenzie di rating modificano i giudizi in ritardo rispetto alle condizioni di mercato. Il rischi ad esso connesso, espresso dalla volatilità storica, fornisce una misura quantitativa chiara di quanto il capitale iniziale investito possa oscillare investendo nelle diverse alternative.

Il rischio ed il rendimento devono essere lineari in quanto l’assunzione di rischi maggiori può non sempre comportare un aumento del rendimento in modo proporzionale e quindi consigliamo la massima attenzione. Considerare rendimento, rischio e correlazione utile al fine di valutare il ventaglio dei portafogli obbligazionari efficienti, ovvero di quei portafogli che ci permettono di ottenere un rendimento maggiore.

Quindi in definitiva, una volta considerato il portafoglio strategico in base al rischio che siamo disposti a correre, bisogna monitorarlo continuamente in base anche a quello che è il ciclo economico e i trend delle componenti sottostanti.

Strategia di investimento obbligazionario

investire-oggi-obbligazioni

Non possiamo definire un’unica strategia di investimento obbligazionario, ma esistono anche in questo caso delle diverse strategie di trading online. Una buona strategia si basa essenzialmente sul controllo del rischio dell’investimento a reddito fisso, ottenendo in questo caso dei ritorni sul capitale in linea col mercato. Una delle strategie più conosciute è la strategia scalare di investimento in titoli obbligazionari, strategia per altro semplice tanto che può essere utilizzata a qualsiasi tipo di investitore. Questa strategia si basa su di un investimento in bond tramite cui è possibile suddividere l’acquisto di titoli in diverse scadenze, dove ad ogni scadenza corrisponde un effettivo utilizzo futuro dei risparmi. Per ogni titolo, avremo un flusso di cedole predeterminato rispetto al periodo richiesto, i quali potranno anche integrare il reddito dell’investitore.

Esempio di investimento obbligazionario

Per comprendere meglio, facciamo un semplice esempio. Supponendo di investire 100.000 € in investimenti a reddito fisso. In questo caso, la strategia più semplice da utilizzare è quella di dividere la cifra in parti uguali. Noi per comodità la suddividiamo in 5 parti e acquisteremo cinque BTP da 20.000 €. Ovviamente le diversificheremo anche in base alle scadenze; suddivideremo per tanto le scadenze tra 1 e 5 anni.Sarà compito del trader effettuare dunque delle accurate previsioni probabilistiche in merito anche a quelli che sono i tassi modificando poi le percentuali di suddivisione del capitale e la redditività dell’investimento.

Vantaggi della strategia bond ladder

La strategia appena descritta ha un triplice vantaggio.

Primo vantaggio:

E’quello che il trader può evitare di investire tutto il proprio capitale, con gli investimenti a reddito fisso, in quanto questi potrebbero anche nel lungo periodo portare a degli svantaggi rispetto al movimento dei tassi nel futuro.

Consideriamo di investire tutto il capitale in BTP con un’unica scadenza, magari a 5 anni, il quale garantirebbe un rendimento effettivo lordo a scadenza che si aggira intorno al 2,4%. Nel caso in cui poi i tassi iniziassero a salire, si registrerebbe una perdita in conto capitale nell’immediato senza considerare che lasciamo ad altri l’opportunità di acquistare titoli con tassi più elevati.

Grazie alla strategia bond ladder è possibile evitare questa problematica, agendo sul rendimento effettivo del’investimento nel tempo e di conseguenza abbassare il rischio di parecchio.

Secondo vantaggio:

Se invece si acquistano i titoli con scadenza corrispondente agli effettivi bisogni di capitale per acquisti futuri.

Terzo vantaggio:

Infine, utilizzando la strategia bond ladder è possibile ridurre i costi di trading, evitando di passare dal reddito fisso al reddito variabile in base a quelle che sono le aspettative sui tassi.

Esiste infine dei metodi definiti a basso rischio e che prevedono il potenziamento della strategia appena descritta il quale si basa su un forte controllo del rischio. In questo caso l’investitore non ha un bisogno di integrare il proprio reddito con le cedole derivanti dall’investimento obbligazionario, il quale può poi reinvestire le cedole stesse in più piani di accumulo del capitale in prodotti gestiti azionari o bilanciati, legandosi nel lungo termine alla crescita dei mercati azionari, ma senza mettere a repentaglio il proprio capitale.

Investire oggi in obbligazioni è un investimento che a nostro avviso è rischioso, per via delle vicende che si stanno susseguendo. Consigliamo meglio di investire in azioni o in borsa tramite il trading online, scegliendo uno dei broker di seguito riportati, regolamentati ed autorizzati, gli unici che garantiscono l’incolumità del capitale di fronte a delle possibili truffe. Sfrutta la loro formazione professionale, il loro conto demo e il bonus di benvenuto offerto, ed impara a investire in borsa come una valida alternativa agli investimenti in obbligazioni!

Investi in borsa con il trading online in modo sicuro! Investi con broker regolamentati ed autorizzati!

Migliori Piattaforme di Trading Online

Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito Licenza CySEC - CONSOB Conto demo
Opinioni Markets.com
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
Demo Gratuita CySEC - FSB Conto demo
Opinioni FXPRO.IT
Demo gratuita 30.000€ FCA - CONSOB Conto demo
Opinioni IG MARKETS
20€ gratis coupon Licenza CySEC - CONSOB - BaFin Conto demo
Opinioni eToro
Conto demo gratuito Licenza FCA-CySEC-ASIC Conto demo
Opinioni Plus500
Broker Bonus Licenza Fai Trading
Conto demo gratuito CySEC Conto demo
Opinioni 24Option
10.000 $ CySEC Conto demo
Opinioni IQ Option
premi ed offerte speciali CySEC Conto demo
Opinioni BDSwiss

Tommaso Piccinni

Lascia un commento

Termini di ricerca:

  • un privato quanto può ricavare dallinvestimento in borsa

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com