Vantaggi dei fondi

I fondi di investimento offrono una serie di vantaggi all’investitore.

  • Di solito non richiedono la disponibilità  di grandi somme per accedervi. Sottoscrivere un fondo significa partecipare, con un investimento contenuto, alle vicende di un ampio e diversificato portafoglio di titoli, realizzando in tal modo un frazionamento del rischio che non sarebbe possibile attuare investendo piccole cifre. I fondi inoltre possono rientrare in un regolare piano di investimento, detto PAC (Piano di accumulo del capitale), che permette di acquistare un fondo versando mensilmente somme di denaro anche esigue, accumulando cosଠun capitale nel corso degli anni con la possibilità  di attingere al guadagno ottenuto periodicamente. Discuteremo di questo metodo di investimento nella sezione 9.

  • Sono facili da acquistare e vendere.
    I fondi si possono sottoscrivere in diversi modi: attraverso i promotori finanziari o gli sportelli bancari, direttamente dalle compagnie di gestione o dai supermercati di fondi. Ma a prescindere dal modo in cui sono state acquistate, è possibile vendere in qualsiasi momento le quote sottoscritte, spesso con una semplice telefonata o con un click.

  • Sono regolamentati.
    Chi investe in un fondo comune è tranquillo che il suo denaro non sarà  portato via in una qualche sperduta isola del mondo e che rientrerà  in possesso dei propri risparmi (naturalmente al netto del risultato della gestione) quando deciderà  di uscire dall’investimento.
    Questo perché il corretto impiego del capitale versato dai sottoscrittori è sottoposto a un sistema di controllo e vigilanza presieduto dalla Consob e dalla Banca d’Italia. Quest’ultima controlla gli investimenti effettuati dalla società  di gestione, approva i regolamenti dei singoli fondi e verifica costantemente che vengano rispettati i limiti di attività  degli investimenti.
    E’ sempre la Banca d’Italia a stabilire i criteri di valutazione delle quote dei fondi e ne controlla il rispetto. La Consob, invece, ha una funzione di controllo formale e maggiormente focalizzata sull’informazione fornita dalle società  di gestione: vigila costantemente sulle dichiarazioni rese ai risparmiatori, a tutela di un’informazione completa, trasparente e uniforme.

  • Sono gestiti da professionisti
    Chi si accinge a comprare per proprio conto azioni e obbligazioni, dovrebbe conoscerne il cash flow o calcolarne la duration e sapere come funzionano i mercati delle azioni e delle obbligazioni per poter effettuare un investimento che non si basi semplicemente sulla fortuna. Tali conoscenze non sono richieste a chi acquista un fondo d’investimento: la gestione professionale del risparmio offerta dai fondi comuni comporta che siano i gestori a monitorare costantemente i mercati, per sfruttare le migliori opportunità  che questi offrono, attraverso un’attenta selezione dei titoli in portafoglio.
    Tuttavia, questo non significa che investendo in fondi il rendimento sia garantito, perché il risultato è influenzato dall’andamento dei mercati finanziari. Se i titoli detenuti in portafoglio perdono valore, a causa di un ribasso del mercato, anche il valore del fondo diminuirà . La probabilità  di perdere tutto il proprio denaro è comunque bassa, perché è piuttosto improbabile che tutti i titoli in portafoglio si azzerino. L’abilità  del gestore del fondo consiste proprio nel riuscire a ottenere il massimo guadagno quando il mercato lo consente e a contenere le perdite nei momenti difficili. È comunque bene ricordarsi che si tratta di un investimento che comporta un rischio e che è possibile perdere parte del proprio denaro.

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo