Documenti importanti

La pubblicità  sul giornale afferma a grandi lettere ” incredibile performance del fondo, una grande opportunità  d’investimento!”; sotto appaiono le cifre di rendimenti impressionanti. Il grafico è cosi ripido che sembra un profilo dei monti Himalayani. Si tratterà  davvero di un grande fondo?
Forse sà¬. Ma si ha bisogno più che dei semplici numeri sulle performance per valutare un fondo. Bisogna rispondere a domande come: Qual è la strategia d’investimento del fondo? Quali sono i rischi di questa strategia? Quanto costa il fondo? Chi lo gestisce?
Per poter valutare un fondo è necessario leggere bene due importanti documenti: il prospetto informativo e il rendiconto annuale. Sebbene a una prima lettura questi documenti possano sembrare scritti con frasi e termini molto complessi, è comunque importante leggerli accuratamente.

Il Prospetto informativo

Il prospetto informativo è solitamente diviso in due parti: la prima contiene le notizie riguardanti la società  di gestione e le caratteristiche dei fondi, le modalità  di partecipazione al fondo e la politica d’investimento; la seconda sezione è corredata da grafici e tabelle ed evidenzia quali sono i rischi e i rendimenti previsti del fondo. Parte a sà© è costituita dal regolamento, con le previsioni di carattere generale e la disciplina specifica per ciascun fondo gestito dalla società .
Le caratteristiche evidenziate sono nella prima parte del prospetto sono le seguenti.

1. Obiettivo d’investimento.
àˆ la missione del fondo. Il fondo sta puntando alla crescita del suo valore nel lungo periodo? Sta cercando di fornire ai suoi azionisti un reddito costante ogni mese? Poichà© spesso gli obiettivi d’investimento sono espressi in modo molto generale e vago, occorre leggere attentamente anche la sezione successiva.

2. Strategia
Il tipo di titoli e degli altri asset in cui il fondo intende investire può aiutare a capire quale è la strategia d’investimento perseguita, evidenziata dal benchmark dichiarato dal gestore. I fondi azionari indicano per esempio in quale tipo di società  vogliono investire (Large, Medium o Small Companies) e se si tratta di fondi value o growth. Anche i fondi che investono in titoli di debito rendono noto quale genere di titoli detengono, specificando se si tratta di titoli di stato oppure obbligazioni emesse da società  private. Il prospetto specifica anche se il fondo investe in titoli esteri e quali sono le restrizioni e i vincoli all’investimento al quale è sottoposto.

3. Rischi
Questa sezione è probabilmente la più importante del prospetto. Ad ogni investimento è associato un certo grado di rischio, che deve essere indicato nel prospetto. Se per esempio il fondo investe nei mercati emergenti, esso è più rischioso rispetto a uno che investe in titoli europei o americani.
Per i fondi obbligazionari, il prospetto indica in quale tipo di titoli di debito il fondo investe e di conseguenza in che misura variazioni dei tassi d’interesse possono influenzarne i rendimenti.

4. Costi
Investire in un fondo comporta dei costi e a fondi diversi corrispondono costi differenti. Nel prospetto sono specificate, se ve ne sono, le commissioni d’acquisto, di vendita e di switch e la percentuale di rendimento che viene trattenuta per compensare la società  che amministra il fondo dei costi di gestione e dei costi operativi sostenuti. Oggi è stato introdotto per legge l’obbligo di specificare il cosiddetto Total Expense Ratio, un indice riassuntivo dell’incidenza delle commissioni sul patrimonio del fondo. Esso è, infatti, il rapporto percentuale fra il totale degli oneri posti a carico del fondo e il patrimonio medio dello stesso. Per il calcolo sono stati presi in considerazione la commissione di gestione dovuta alla Sgr, il compenso riconosciuto alla Banca Depositaria, le spese per la stampa dei Rendiconti del fondo, i bolli e le spese sulle operazioni sui titoli in portafoglio, le spese di revisione della contabilità  e dei Rendiconti del Fondo e il contributo di Vigilanza alla Consob. La quantificazione degli oneri non tiene conto degli oneri fiscali gravanti sul Fondo e di quelli gravanti sul sottoscrittore, da pagare al momento della sottoscrizione e del rimborso.

5. Management
In questa sezione sono contenute le informazioni relative ai professionisti che gestiscono il fondo d’investimento. Vengono generalmente indicati il nome e l’esperienza professionale del gestore o dei gestori. Tuttavia, alcuni fondi semplicemente elencano il nome dei gestori. In questi casi è opportuno consultare il rendiconto annuale, per verificare se vengono indicate informazioni aggiuntive sui money manager. Occorre, comunque, sentirsi liberi di chiamare le società  di gestione. Esse, generalmente, dispongono di un servizio dedicato a fornire informazioni ai clienti o ai potenziali clienti, a rispondere a ogni domanda. Anche il web site delle società  di gestione solitamente contiene informazioni molto utili.

Se il prospetto contiene i nomi dei gestori, sarebbe opportuno controllare da quanto tempo il money manager è impegnato nella gestione di quel fondo e cercare di capire se ha gestito altri fondi in passato. Una rapida analisi di questi fondi, potrebbe essere d’aiuto per rintracciare lo stile d’investimento del gestore.

6. Informazioni aggiuntive.
Questa sezione specifica le tasse che occorre pagare sui rendimenti e ogni altra informazione che i gestori ritengano possa essere utile ai sottoscrittori.

Rendiconto Annuale
I fondi sono tenuti a presentare un bilancio consuntivo alla fine di ogni esercizio. Si tratta di un rapporto ai sottoscrittori composto da più parti:

Relazione del consiglio d’amministrazione
Questa lettera generalmente contiene un’utile panoramica sui trend economici che si sono verificati durante l’ultimo anno di esercizio. Essa specifica inoltre i principi contabili e i criteri di valutazione utilizzati nella redazione del bilancio.

Titoli in portafoglio
La relazione annuale generalmente include l’elenco dei titoli presenti in portafoglio e la parte del patrimonio del fondo eventualmente detenuta in cash. Sono inoltre presenti grafici e tabelle esplicative dell’andamento del fondo o dei principali comparti in cui il fondo ha investito. Questa sezione è molto utile all’investitore, perchà© può servire a constatare se il patrimonio del fondo è molto diversificato o se tende a concentrarsi su alcuni titoli.

Bilancio annuale
Il rendiconto annuale contiene anche una parte dedicata alla presentazione del bilancio e alla documentazione che ne attesta la certificazione. Vi è una sezione patrimoniale e una reddituale. Per l’investitore può essere inoltre utile visionare la nota integrativa, dove è eventualmente specificato se vi sono state modifiche sostanziali nelle politiche di portafoglio e nell’asset allocation.

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo