Definizione di obbligazione

Obbligazione

L’obbligazione (chiamata in inglese bond) è un titolo di debito che viene emesso da società  o enti pubblici e da la garanzia al sottoscrittore il rimborso del capitale più un interesse.

Per reperire liquidità  si effettua un’emissione obbligazionaria (o prestito obbligazionario).

Mentre gli interessi vengono liquidati periodicamente o trimestalmente, semestralmente o annualmente,  il capitale viene rimborsato alla scadenza del valore nominale e di solito in un’unica soluzione. Questo interesse viene denominato cedola perchà© in passato alla riscossione si doveva staccare il tagliando numerato unito al certificato che rappresentava l’obbligazione.

Il singolo obbligazionista puಠpresentare istanza di fallimento nel caso in cui l’emittente non pagasse  una cedola.

Le obbligazioni si dividono in:

Obbligazioni convertibili: sono quelle che incorporano la facoltà  di convertire, ad una scadenza prefissata, il prestito obbligazionario in azioni secondo un rapporto di cambio precedentemente fissato.
Obbligazioni a tasso fisso: sono quelle che remunerano l’investimento ad un tasso di interesse fisso che viene stabilito prima dell’emissione.
Obbligazioni a tasso variabile: remunerano l’investimento ad un tasso di interesse variabile. Il tasso varia a determinate scadenze temporali seguendo i tassi di mercato. Le obbligazioni a tasso variabile hanno una duration pari a 0.
Obbligazioni Zero-Coupon (Zero-Coupon Bonds, (ZCB): sono obbligazioni senza cedola (coupon) che non liquidano quindi periodicamente gli interessi ma li corrispondono unitamente al capitale quando giunge la scadenza del titolo. La duration di uno ZCB è uguale alla sua vita residua.
Obbligazioni strutturate: è quel tipo di obbligazione il cui rendimento dipende dall’andamento di un’attività  sottostante.
Rendite perpetue: sono quelle obbligazioni che danno perpetuamente una cedola predefinita. Tali obbligazioni non presuppongono nessun rimborso a termine.

Rating

Il rating è la qualità  (solvibilità ) dell’emittente. Il rating  esprime  quindi la classificazione della qualità  degli emittenti di un titolo obbligazionario secondo determinati criteri che vanno dalla solidità  finanziaria alla potenzialità  dell’emittente. Gli istituti più noti che propongono le differenti notazioni sulla qualità  dei debitori, sono Standard & Poor’s e Moody’s.

Praticamente  il rating è un punteggio ponderato che gli istituti attribuiscono ai differenti emittenti. Le obbligazioni con rating AAA sono quelle che esprimono il più alto grado di qualità  dell’emittente. Bond con rating inferiori ingloberanno avranno inglobato nella loro quotazione una riduzione del corso derivante dall’inferiore qualità  dell’emittente.

Duration

La durata finanziaria di un titolo viene è data un indicatore definito duration che identifica la vita rimanente del titolo ponderata con il flusso di cedole che il titolo pagherà  in futuro. La duration è un numero con tre variabili: tassi di mercato, valore delle cedole, vita residua. Il suo valore, rimane  compreso tra 0 e il refixing titolo ed è uguale alla vita residua per gli Zero Coupon Bond.

Nei titoli con refixing a breve come ad esempio le obbligazioni a tasso variabile, si ha una duration bassa. La duration determina inoltre il grado di sensibilità  del titolo alla variazione dei tassi al quale risulta correlata. Fra le duration principali vi sono la Macaulay duration e la modified duration.

Prezzo di un’obbligazione

Sono quattro i parametri fondamentali che determinano il prezzo di una obbligazione:Tasso d’interesse di mercato;cedola (tasso d’interesse pagato dall’emittente); rating; scadenza dell’obbligazione (maturità  )

Tasso di interesse di mercato

Il corso di un titolo obbligazionario è legato all’andamento dei tassi d’interesse per cui ad un aumento di livello dei tassi deriva una diminuzione del corso dell’obbligazione. Naturalmente all’opposto, se i tassi d’interesse scendono, il valore di mercato dell’obbligazione sale.

Possiamo capire meglio immaginando di acquistare un’obbligazione che ci darà , per ogni anno, il 2.75% d’interesse e rating AAA. Questa obbligazione viene quotata alla pari (100%). Il tasso d’interesse di mercato alla scadenza è di 2.75%. La nostra obbligazione ci paga un interesse pari a quello offertoci dal mercato.

Immaginando che il tasso d’interesse di mercato aumenti dello 0.25% (25 bps) e si arrivi quindi al 3%: avremmo un attivo del 2.75% contro un tasso di mercato del 3%, la nostra obbligazione viene quindi a pagarci meno di quanto si puಠottenere con una banale operazione di deposito a termine. Questo vuol dire una riduzione del prezzo dell’obbligazione che varrà  meno sul mercato perchà© meno remunerativa rispetto al mercato.

Si scompone il tasso di interesse in tasso risk-free ,quello dei BOT, più altre componenti quali rischio di cambio (valuta  diversa da quella del contraente), rischio temporale (durata dell’investimento), rischio di insolvenza dell’emittente.

La cedola

L’interesse pagato dall’obbligazione secondo modalità  prefissate mi dà  la cedola. Le obbligazioni vengono distinte a seconda delle modalità  di pagamento delle cedole:

obbligazioni senza cedola (ad es. BOT e CTZ)
obbligazioni con cedola fissa (a tasso fisso) l’importo da pagare è predeterminato ad ogni scadenza ( es. BTP)
obbligazioni a tasso variabile indicizzate a prederminati parametri ( es. inflation linked bonds, CCT; ecc.)
Per i suddetti titoli, più alto è il rapporto cedole/prezzo e più risultano rischiosi e inoltre se le cedole non sono indicizzate il titolo risulta più rischioso.

Un esempio: un titolo emesso alla pari a 100 e con cedola annuale di 5. Il tasso d’interesse che viene pagato è pari al 5% (cedola/prezzo titolo, 5/100). Visto che sul mercato, esiste un unico prezzo, il 5% è il prezzo dell’interesse sul mercato dei capitali. Se i tassi di mercato passassero  al 6% il titolo emesso deve adeguarsi a rendere anch’egli il 6%.

tasso=cedola/prezzo titolo,

prezzo titolo=cedola/tasso, ossia prezzo titolo=5/6%
quindi il nuovo prezzo sarà  83,3.

Ricevere un interesse superiore implica che sul mercato l’obbligazione (titolo) che garantisce quella cedola vada a diminuire di valore visto che il tasso è unico.

Lascia un commento

Trading CFDs and/or Binary Options involves significant risk of capital loss.

BlogFinanza.com

BlogFinanza.com

conto demo